PSORIASI
PSORIASI

Psoriasi, le diverse tipologie e i fattori scatenanti

La psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle, essa è di varia natura e per questo motivo è causata da vari fattori che andremo ad elencare.

Psoriasi volgare o a placche

È la classica psoriasi, ad essa sono particolarmente legati due fattori, glutine e Vitamina D.
Paradossalmente è la forma più facile da gestire, occorre eliminare religiosamente il glutine e portare ad un buon livello la Vitamina D.

Per religiosamente intendiamo in modo TALEBANO…
Spesso si vedono remissioni lampo non appena tolti i fattori scatenanti.
ANALISI CONSIGLIATE: STANDARD

Psoriasi guttata

Il fattore principale è lo STREPTOCOCCO.

Questa forma può essere piuttosto rognosa per l’endemicità di distribuzione dello streptococco e per la difficoltà nel farlo fuori.

La tossina prodotta dallo streptococco per mimetismo molecolare con una porzione della cheratina, causa autoimmunità specifica.

Il nostro consiglio per chi soffre di questa forma di psoriasi è di mantenere controllato il TAS, la gravità della psoriasi è direttamente proporzionale al valore del titolo.
Il primo posto in cui cercarlo è ovviamente tutto il cingolo tonsillare, ma spesso a tamponi negativi, occorre pensare a quello che si nasconde sotto il colletto dentario.

Se avete denti devitalizzati, o comunque diversi lavori odontoiatrici il consiglio è di pensare ad un trattamento di endodonzia (pulizia dei canali) e di fare ortopanoramiche alla ricerca di granulomi che possono nascondere infezioni di streptococco.

Spesso e volentieri diventa necessario una cura antibiotica specifica, alla quale è buona cosa abbinare un probiotico orale.
L’idea è quella di riempire la flora della bocca di batteri antagonisti che possano mantenere bassa la carica dello streptococco patogeno.

Ovviamente dieta e Vit. D rafforzano molto il sistema immunitario e danno un bell’aiuto nel far fuori i batteri cattivi.
ANALISI DA FARE: TAS, ORTOPANORAMICA DENTALE, TAMPONE, STREPTOZYME

Psoriasi inversa

In questo caso il problema principale è la CANDIDA.

L’inversa è quella forma che colpisce particolarmente le pieghe, ascelle, sotto il seno, le pieghe genitali, aree interglutee.
Tendenzialmente fa molto prurito e tende a non squamare.
ANALISI DA FARE: ARABINOLO URINE, COPROCULTURA, TEST DEL BICCHIERE

Psoriasi pustolosa

Questa è una forma rara e particolare, abbiamo notato che diversi virus come quelli erpetici e l’EBV sono particolarmente legati a questa forma, stanno comparendo i primi studi a conferma della nostra idea, anche qui un rafforzamento del sistema immunitario e un protocollo antivirale misto possono essere di grande aiuto.

ANALISI DA FARE: TIPIZZAZIONE LINFOCITARIA E SIEROLOGIA VIRALE

Psoriasi palmo-plantare

Forma molto legata allo STRESS OSSIDATIVO.
È tipica di persone con elevatissimo stress ossidativo, spesso nasconde dei problemi genetici nell’asse delle transmetilazioni e delle transulfurazioni.

Una buona soluzione è un uso massiccio di antiossidanti, soprattutto nei cambi di stagione e nelle esposizioni al sole.

Chi ne soffre spesso peggiora durante i momenti di particolare stress ossidativo, e ovviamente anche allo stress vero e proprio, che spesso porta ad un aumento di radicali liberi dovuto all’aumento del cortisolo e dei cambiamenti metabolici che ne derivano.

ANALISI DA FARE: FORD, BAT, TEST SUL POTERE ANTIOSSIDANTE

L’istamina è uno dei fattori che può peggiorare tutte le forme, quindi se tendi ad avere parecchie difficoltà col cibo, pollini e allergeni vari questo fattore devi imparare a gestirlo.

Ovviamente questo va preso come uno schema generale più adatto a farsi un’idea che per intervenire, il consiglio è sempre quello di rivolgerti al medico e con lui attuare tutte le strategie necessarie.

Fonte: http://www.psoriasimetodoapollo.com

Questo articolo non fornisce consulenza medica. Vedere ulteriori informazioni.

Lascia un Commento