Crucifere Salutari

Le Crucifere sono una famiglia di piante che hanno la caratteristica comune di produrre fiori con quattro petali disposti a croce greca.

Le crucifere o brassicacee, disponibili per la nostra alimentazione le possiamo trovare sotto forma di diverse verdure. i  cavoli nei broccoli, cavolfiori, ravanelli, rape crescione e senape, sono quelli che vengono consumati più spesso. Tuttavia non dimentichiamo che a questa famiglia appartengono anche il crescione, la rucola, i ravanelli, che  offrono la possibilità di godere dei benefici aggiungendoli alla pietanze di tutti i giorni.

Queste verdure sono importanti perchè sono l’unico cibo vegetale a contenere quantità significative di glucosinolati. 

I glucosinolati sono una classe di composti inerti. Si trasformano in potenti molecole antitumorali (isotiocianati indoli) dopo la rottura delle cellule vegetali durante la masticazione:

glucosinolati

mirosinasi 

cianati isotiouronio

disintossicazione

arresto della proliferazione cellulare del cancro

morte delle cellule tumorali

Il consumo regolare di crucifere è associato ad una significativa riduzione del rischio di vari tipi di tumori.

Questo effetto protettivo è particolarmente ben documentato per il tumore del polmone (anche tra i fumatori), della vescica e della prostata.  Studi recenti suggeriscono che queste verdure possono anche ridurre il rischio di cancro al colon, allo stomaco e al seno.

In questi ortaggi sono presenti anche numerosi sali minerali, fibre e una notevole quantità di vitamina C. Tutti elementi che fanno dei cavoli tra i cibi più sani che esistano. Sono in grado  di protteggerci  da alcuni tipi di tumori, di rafforzare il sistema immunitario e contrastare le infiammazioni che sono all’origine di diversi tipi di patologie.

Il modo migliore per sfruttare al meglio le proprietà antitumorali di crucifere è quello di cucinarle al vapore. Oppure saltatrle velocemente in padella, per massimizzare il loro contenuto in isotiocianati.

(Si consiglia di evitare il prodotto surgelato perchè il ghiaccio inattiva le proprietà)

2 COMMENTI

Lascia un Commento